Impariamo a lavorare ai ferri

Per lavorare a maglia sono necessari i "ferri" che, in base alla forma, possono essere: ad una punta, a due punte (per i lavori tubolari - i classici ferri da calza, per intenderci) ed i ferri circolari (per i lavori circolari, come i colli).

In base al loro diametro, i ferri si distinguono con un numero progressivo: dall'1 oltre il 10, ma anche con i mezzi numeri (1, 1/2, 2 ecc.). Teoricamente il numero dei ferri dovrebbe corrispondere a quello dei capi (fili) che compongono il filato, di solito è indicato sulla fascetta che tiene il gomitolo di lana.

Per l'esecuzione di capi a maglia sono indispensabili anche alcuni accessori:

- uncinetti di diverse misure, per riprendere le maglie eventualmente cadute e per i bordini di finitura ove occorre;

- aghi da lana per le cuciture, per eventuali ricami e/o rammendi;

- spille per tenere i punti in sospeso, assomigliano a quelle da "balia," ma sono più grandi;

- ferri cortissimi, ausiliari, da usarsi nella lavorazione delle trecce.

I ferri a due punte sono in vendita a gruppi di cinque e viene indicato con "gioco di ferri".

lezioni maglia foto 1

1.

Il filato (circa 1 cm. per ogni maglia), deve essere tenuto nel palmo della mano, passa dall'esterno all'interno, intorno al pollice

lezioni maglia foto 2

2.

Con l'indice entrare nel cappio, quindi sollevare il filo che rimane tirato tra l'indice e il pollice aperti.

lezioni maglia foto 3

3.

Mantenendo la stessa posizione delle dita ruotare la mano da sinistra a destra

lezioni maglia foto 4

4.

Prendere il filo nel cappio con il ferro tenuto dalla mano destra e farlo passare attraverso il cappio stesso.

Lezioni maglia foto 5

5.

Lasciar cadere la lana del cappio e stringere leggermente il nodo a formare la prima maglia

lezioni maglia foto 6

6.

Ripetere 1.2.3., infilare il ferro nella parte superiore del cappio e passare il filo tenuto dalla mano destra, attorno al ferro da sinistra a destra; quindi estrarre la maglia.

La maglia al diritto (o maglia legaccio)

maglia diritto legaccio foto 1

1.

Il filo è dietro il lavoro. Il ferro destro va introdotto da davanti a dietro nella maglia del ferro sinistro.

foto maglia diritto legaccio foto 2

2.

Prendere il filo con la mano destra da destra a sinistra e farlo passare sul ferro destro.

foto maglia diritto legaccio foto 3

3.

Far passare il filo attraverso la maglia e lasciare scivolare questa dal ferro sinistro.

Chiusura delle maglie

chiusura delle maglie foto 1

1.

Lavorare la prima e la seconda maglia dell'ultima riga come indicato nella spiegazione della maglia a dritto.

chiusura delle maglie foto 2

2.

Introdurre il ferro sinistro nella prima maglia da sinistra a destra e accavallare questa maglia sopra la seconda, tenendo il filo non troppo tirato.

chiusura delle maglie foto 3

3.

Le due maglie sono diventate una sola. Lavorare adesso la terza maglia e ripetere il movimento indicato al punto 2.

E' il momento di passare all'azione!

Quanto appreso sino ad ora, ci consente di metterci alla prova con una cosa semplice da eseguire ma che vi darà tanta soddisfazione.

Inizieremo con una bella coperta a strisce che si potrà eseguire sia in orizzontale che in verticale.

Naturalmente, per qualsiasi dubbio o difficoltà, contattatemi e li risolveremo assieme. 

Ed ora mettiamoci all'opera!

Coperta righe orizzontali

La coperta semplice

A questo punto delle lezioni di maglia, potete iniziare una coperta semplicissima, allegra e multicolore. Striscia dopo striscia la coperta cresce da sola, una soluzione divertente che si adatta a qualsiasi arredamento e ad ogni ambiente.

Come si fa la coperta senza fine...

Coperta righe orizzontali

Materiali

Ovviamente la lana. Il suo spessore deve essere uguale per tutti i colori e dovrebbe essere adatta ai ferri n. 6. Questa coperta è un'ottima soluzione per il riciclo di avanzi di lana.

Un consiglio: se la lana dovete comprarla, verificate che sull'etichetta vi sia l'indicazione del numero dei ferri, il n. 6 appunto.

Occorre, inoltre, un uncinetto per unire le strisce.

Coperta righe verticali

Esecuzione

Come abbiamo detto nella precedente lezione, è opportuno eseguire un campione che, in questa occasione sarà più semplice, in considerazione dei seguenti parametri: la larghezza della striscia è pari a 10 cm. = 16 maglie. Per la coperta a strisce orizzontali: 140 cm. = 364 ferri; per la coperta a strisce verticali: 220 cm = 572 ferri.

Naturalmente, potete cambiare la lunghezza delle strisce.

Attenzione: l'ultima maglia del ferro non va lavorata, ma passata semplicemente dal ferro sinistro su quello destro; la prima maglia, invece, va lavorata normalmente.

unione piastrelle

Confezione

Prima di unire le strisce con l'uncinetto, vi suggerisco di guardare il disegno. Introducete sempre l'uncinetto nel filo di sotto della maglia e unite le parti con una maglia bassa. Se volete, quando tutte le strisce saranno unite, lavorate 3 giri di maglie basse intorno la coperta per rifinirla.

La maglia a rovescio

maglia a rovescio foto 1

1.

Il filo è sul davanti del lavoro. Infilate il ferro destro nella maglia del ferro sinistro da destra in su.

maglia a rovescio foto 2

2.

Avvolgete poi sul ferro destro il filo e fatelo passare nella maglia verso dietro.

maglia a rovescio foto 3

3.

Lasciate cadere la maglia lavorata, dal ferro sinistro sul destro.

Dopo la coperta, facciamo i cuscini

E dopo aver imparato il diritto e rovescio, possiamo cimentarci nel fare queste belle quattro trame a maglia, per ben quattro diversi cuscini.

Cuscini a maglia

Quattro cuscini, quattro trame

Oltre che accessori per la coperta a strisce che abbiamo mostrato sopra, questi cuscini sono un'idea in più per dare un tono nuovo al vecchio divano o alla vecchia poltrona. Bellissimi anche in diversi colori ed oltre ad essere decorativi sono facili da eseguire. Passiamo ai fatti...

Dimensione dei cuscini: 40 x 40

Materiale occorrente: per ogni cuscino gr. 300/350 di cotone "povero", nel colore che preferite. Ferri n. 4. Ritagli di gommapiuma o kapok o lana da materasso per l'imbottitura. 

Campione: 18 n. in larghezza e 30 f. in altezza = 10 cm.

Esecuzione: avv. 72 m. e seguite i sottoindicati schemi, lavorando per 232 f., poi chiudete facendo attenzione a lasciare il filo abbastanza lento.

Confezione: cucite col punto indietro i tre lati del quadrato, sovrapponendo dritto su dritto. Rivoltate il cuscino con il dritto all'esterno e imbottitelo; cucite il lato rimasto aperto maglia contro maglia, oppure applicarvi una cerniera. Si può applicare intorno un cordoncino.

Legenda degli schemi:

x = maglia dritta

● = maglia a rovescio 

Cuscino a maglia zig zag
Cuscino a maglia triangoli
Cuscino a maglia righe
Cuscino a maglia quadrati
schema cuscino a maglia zig zag e triangoli
schema cuscino a maglia righe e quadtrati

Gli aumenti esterni

Come aumentare le maglie esterne foto 1

1.

Formate un nodo scorsoio sul ferro sinistro e col ferro destro entrate nella maglia.

Come aumentare le maglie esterne foto 2

2.

Avvolgete il filo intorno al ferro ed estraete una maglia dritta.

Come aumentare le maglie esterne foto 3

3.

Con il ferro prendete la nuova maglia da destra verso sinistra.

Come aumentare le maglie foto 4

4.

Non tirate troppo il cappio delle maglie ottenute.

Come aumentare le maglie foto 5

5.

Usate questo sistema per tutte le maglie da aggiungere.

Come aumentare le maglie foto 6

 6.

Questo è il risultato finale degli aumenti esterni.  

Vivagni

Vivagno a nodi foto 1

1. 

Vivagno a nodi: per ottenere questa bordura si deve lavorare la prima maglia di ogni ferro al diritto.

Vivagno a nodi foto 2

2.

Anche nella parte rovescia della maglia rasata si dovrà lavorare al dritto l'ultima maglia del ferro.

Vivagno a catenella foto 1

3.

Vivagno a catenella: per fare questa bordura si deve passare sul ferro destro la prima maglia senza lavorarla.

Vivagno a catenella foto 2

4.

Al rovescio lavorare tutte le maglie normalmente.

Aumenti interni

Aumenti interni ai ferri foto 1

1.

Aumenti al dritto: lavorare al dritto la prima maglia, prendere fra questa e la seconda la maglia del ferro precedente, metterla sul ferro sinistro e lavorare al dritto.

Aumenti interni a maglia foto 2

2.

E' stata aumentata una maglia, ora lavorate normalmente al dritto sia la maglia aggiunta che le seguenti.

Aumenti interni a maglia foto 3

3. 

Aumenti al rovescio: prendere fra la prima e la seconda maglia, la maglia del ferro precedente, portarla sul ferro sinistro e lavorarla al rovescio.

Aumenti interni a maglia foto 4

4.

E' stata aumentata una maglia, ora lavorate al rovescio sia la maglia aggiunta che la seguente.

Diminuzioni

Diminuzioni a maglia foto 1

1.

Lavorare la prima maglia al dritto, passare la seconda maglia, senza lavorarla, sul ferro destro. Il filo sta dietro al lavoro.

Diminuzioni a maglia foto 2

2.

Lavorare la terza maglia al dritto, infilare il ferro nella maglia non lavorata.

Diminuzioni a maglia foto 3

3.

Accavallare la maglia non lavorata sulla maglia seguente.

Diminuzioni a maglia foto 4

4.

Sul rovescio: infilare con il ferro destro 2 maglie e lavorarle insieme a maglia rovescia.

Il maglione kimono

Con le lezioni di maglia abbiamo fatto un altro passo avanti ed ora possiamo permetterci di eseguire un capo d'abbigliamento molto duttile, da indossare con una bella camicia, una maglietta o anche da solo. 

maglione semplice kimono a maglia
cartamodello maglione kimono

Spiegazioni

Il modello ha le taglie 44 e 48 e per quest'ultima, l'indicazione sarà tra parentesi.

Materiali occorrenti: lana lavorata doppia 700 (800) gr.; ferri n. 7; uncinetto n. 6; spilla per maglie in sospeso.

Punti impiegati: maglia legaccio (tutti i ferri a dritto).

Campione: 12 m. e 24 ferri f.= 10 cm.

In alto, nell'immagine, lo schema ridotto del kimono: mezzo davanti e mezzo dietro per le taglie 44 e (48). La freccia indica il verso della lavorazione: viene eseguito da una manica all'altra. 

Confezione: chiudere le cuciture laterali e quelle delle maniche, cucendo 15 cm. della cucitura inferiore delle maniche sul lato diritto, per il risvolto. Con l'uncinetto, fare un giro di maglie basse alla scollatura.

Infine la legenda:

avv. = avviare

dir. = diritto

f. = ferro

m. = maglia




maglione semplice kimono a maglia

Esecuzione

Lavorare tutto il maglione in un solo pezzo orizzontale.

Incominciare dal bordo sinistro della manica, avv. 48 (50) m. lavorare a m. legaccio. A 35 cm. di altezza, aumentare ai due lati ogni 2 ferri 5 volte 1 m., 1 volta 2 m., avv. poi in più 35 m. = 132 (134) m.; continuare dir. A 49 (50) cm. di altezza dividere il lavoro nel mezzo = ogni parte 66 (67) m. e lavorare dapprima lo scollo di dietro. Per questo, lavorare dir. 26 (28) cm. e lasciare le maglie in sospeso. Lavorare poi lo scollo davanti. Per questo diminuire 1 volta 1 m., poi alternativamente ogni 4 e 6 ferri 5 volte 1 m. = 60 (61) m., continuare dir. per 6 cm., poi aumentare 1 volta 1 m., alternativamente ogni 4 e 6 ferri 5 volte 1 m. = 66 (67) m.

Unire di nuovo le maglie in sospeso del dietro e del davanti = 132 (134) m. continuare dir. A 84 (88) cm. di altezza chiudere ai due lati 1 volta 35 m., diminuire ogni 2 ferri 1 volta 2 m., 5 volte 1 m. Con le 48 (50) m. restanti lavorare dir. ancora per 35 cm., chiudere poi le maglie.